Iseo Jazz

Per Iseo Jazz Massimo Colombo Piano solo Well Tempered Blues. Massimo Colombo (pianoforte) Franco Ambrosetti & Friends con Dado Moroni. In caso di pioggia il concerto si terrà al Castello Oldofredi.

Uno dei maggiori trombettisti della scena internazionale, apprezzato da Miles Davis e dal gotha del jazz mondiale,  lo svizzero (ma italiano d’adozione) Franco Ambrosetti, insignito del Premio Iseo nei primi anni duemila, ha suonato e inciso con musicisti che fanno parte della grande storia jazzistica, da Herbie Hancock a Jack De Johnette, da Uri Caine a George Gruntz. Per il suo ritorno a Iseo Jazz, il trombettista ticinese si presenta con il suo formidabile quintetto nel quale ospite d’onore è il pianista Dado Moroni, un maestro assoluto del Modern Mainstream, mentre la ritmica è tra le più competenti e affiatate dell’intera scena nazionale, con Riccardo Fioravanti e Stefano Bagnoli. Il quintetto è completato dal figlio di Franco, il talentuoso sassofonista Gianluca Ambosetti, nel segno di una continuità generazionale davvero unica nel mondo del jazz, cominciata con Flavio Ambrosetti, figura di riferimento del sassofono europeo di stampo Bebop dal secondo dopoguerra agli anni settanta,  proseguita poi con suo figlio e suo nipote.  Strumentista dal suono vellutato, improvvisatore spericolato, che del jazz ama l’imprevedibilità, compositore di brani singolari, con questo quintetto eseguirà un repertorio di originals e standard jazzistici. Nell’occasione, Ambrosetti presenterà la sua autobiografia, uscita per la Vanni Editore, nella quale racconta in maniera inedita la sua vita, divisa tra la musica e l’economia, tra il jazz e la gestione di grandi aziende, senza trascurare le vicende strettamente personali e il racconto di curiosi aneddoti.  Suona invece per la prima volta a Iseo Jazz il pianista Massimo Colombo, musicista di vasta cultura sia jazzistica, sia classica, che propone il repertorio del suo singolare Cd Well Tempered Blues (UR Records). L'idea di fondo è stata quella di  ispirarsi al bachiano clavicembalo ben temperato per scrivere una serie di blues e per realizzarne altrettanti improvvisati nei quale l'armonia ha un peso rilevante. Quelli che proporrà sono quindi dei “blues non blues”, almeno per la concezione storica e la percezione auditiva che noi abbiamo di questa musica, e sfuggono la semplicistica idea di scrivere dei brani in tonalità diversa sino a raggiungere le fatidiche ventiquattro tonalità maggiori e minori. Colombo, in maniera ardita, svuoterà invece il blues dei suoi significati originari per usarne la struttura in un contesto estetico diverso, quello del jazz contemporaneo di matrice europea, verificandone la duttilità e le possibilità espressive e portando nella musica una varietà di tratto che spazia da un astratto camerismo al mondo romantico, dal settecento a Gershwin, ripensati in chiave pienamente contemporanea e spesso scritti in stile improvvisativo. 

 

sagrato della Pieve di Sant'Andrea
Sale Marasino
12 luglio
ore 21.00
030 980600
Ingresso libero
ALTRI EVENTI in Pop, Rock e Jazz
giovedì 12 luglio 2018