Carlo Pescatori

Fino al 6 maggio, "Furtivi sguardi su dipinte tele" mostra dedicata a Carlo Pescatori. Orari: tutti i giorni dalle 16 alle 19.30, chiuso lunedì.

Pescatori è una delle memorie più lucide del Novecento artistico bresciano: un figlio d’arte, visto che il papà Mario è stato - nella propria epoca - il più grande restauratore di affreschi nella nostra provincia. Una pittura colta e ricca di riferimenti  quella di Pescatori, come conferma questa mostra in cui si alternano omaggi a grandi maestri dell’arte: da Morandi a Caravaggio, da Magritte a Zurbaràn.
Un secondo nucleo espositivo è rappresentato dalle marine, trasfigurazioni e riflessioni nostalgiche delle vacanze nell’amatissima Isola d’Elba.
E ancora, la serie delle Veroniche in cui a rimanere impresso, quasi intrappolato sul telo non è il volto del Redentore ma, in un rovesciamento di ruoli, il volto o il corpo femminile: sia esso eco di grandi quadri antichi o riflesso di palpitanti ferite del presente. Non manca una singolare, intrigante operazione di ripresa e ripensamento da parte di Pescatori di proprie opere di un passato anche lontano, su cui il “nuovo” Pescatori imprime inedite – e spesso più amare – riflessioni guardando alle condizioni in cui abbiamo ridotto il pianeta.
Pescatori, un po’ per vezzo e un po’ per celia, va ripetendo che questa sua mostra di “Furtivi sguardi su dipinte tele” sarà l’ultima. Noi ci permettiamo di nutrire dubbi – e speranze – di segno opposto, e ribadiamo che l’AAB è stata e sarà sempre una casa accogliente e ammirata nei confronti dell’arte, della cultura, dell’umanità di Carlo Pescatori.

AAB associazione artisti bresciani
Brescia, Vicolo delle stelle 4
15 aprile-5 maggio
Ingresso libero
ALTRI EVENTI in Mostre
martedì 17 aprile 2018