"La realtà dello sguardo. Ritratti di Giacomo Ceruti in Valle Camonica"

Fino al 7 gennaio, "La realtà dello sguardo. Ritratti di Giacomo Ceruti in Valle Camonica" mostra organizzata da Museo Camuno CaMus e Associazione Cieli Vibranti. Orari: sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.00. Dal lunedì al venerdì ingresso su prenotazione e gruppi scolastici. Ogni primo venerdì del mese apertura serale dalle 19 alle 22. Aperture straordinarie il 1 novembre, 8 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio.
A 250 anni dalla scomparsa di Giacomo Ceruti (Milano, 1698-1767) la mostra intende presentare l’attività di ritrattista che il grande pittore svolse in Valle Camonica. L’evento, sostenuto dal Distretto Culturale di Valle Camonica, dal Comune di Breno e da Fondazione Comunità Bresciana, è curato da Filippo Piazza, responsabile scientifico del Museo Camuno, e si avvale di un comitato scientifico di primo livello, che annovera i maggiori studiosi e specialisti del pittore.
La mostra è dedicata alla memoria di Oreste Marini (Castelgroffedo, 1909 – Castiglione delle Stiviere, 1992), professore, critico e pittore che fornì un importante contributo agli studi cerutiani. A 25 anni della sua scomparsa è sembrato doveroso ricordarne l’impegno e la passione, oltre che il profondo legame con la Valle Camonica.
Per la prima volta sono presentati in mostra quasi tutti i ritratti eseguiti da Giacomo Ceruti per le famiglie di Valle Camonica. Il Ritratto di Elisabetta Albrici è stato scelto come immagine simbolo della mostra, anche perché apprezzato da Roberto Longhi, che lo vide, insieme al suo pendant (il Notaio Alessandro Bonometti, anch’esso in mostra), nella collezione Lechi di Brescia.

Museo Camuno CaMus
Breno, piazza Ghislandi 1
Fino al 06-01-2018
Ingresso libero
ALTRI EVENTI in Mostre
giovedì 07 dicembre 2017