Marialuna Storti / "Somnium Ardoris"

Fino al 25 gennaio, installazione "Somnium Ardoris" di Marialuna Storti. Organizzano l'Associazione per l'arte "Le Stelle" e UCAI unione cattolica artisti italiani. Orari: da mercoledì a sabato dalle 16 alle 19. Info: www.artelestelle.it / www.ucaibs.it.

Il nuovo anno espositivo di San Zenone all’Arco si apre con una originale, coinvolgente istallazione che ha per chiave di lettura fondamentale la carta a mano, esito di un ciclo di lavorazione antico e perenne, tanto da poter essere disfatta e recuperata all’infinito. E’ questa la più recente materia di espressione creativa scelta da Marialuna Storti, artista romana, per creare nuove dimensioni visive sospese tra il simbolico, reale e concettuale, armonicamente inserite nello spazio che le ospita. Abitando lo spazio esistente, tra navata e presbiterio, con grandi fogli sospesi in verticale e con calchi in gesso di mani, strumento del procedere creativo, Marialuna Storti comunica la propria ricerca sull’identità del luogo sacro, in un percorso fatto di luce che porta verso l’abside, dove la speranza deve essere costruita. Un Somnium ardoris dunque, nella tensione volta verso la conoscenza e l’interazione tra il pensiero, le aspettative sul mondo e il luogo fisico, non solo edificio di muri ma contenitore di tempo e storia.

Marialuna Storti vive e lavora nella periferia di Roma, sua città natale. Laureata in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, partecipa con numerose presenze a festival e mostre collettive. Attiva sul territorio, ha collaborato con diverse realtà sociali di quartiere, in interventi urbani di recupero e come pittrice murale, avviando una ricerca personale di studio e sperimentazione di materiali. Essere e divenire è la dialettica che interessa i lavori dell’artista, come pure la relazione tra l’identità della materia sensibile e l’identità umana, interrogativi indagati da Marialuna Storti tramite calchi in gesso e in particolare lavorando sulla carta a mano. Ricerca tangibile anche nell’opera Hcàia a Bienno Borgo degli Artisti nel luglio nel 2018: vincitrice di residenza artistica, ha realizzato questa opera permanente per il Borgo, in carta completamente riciclata e intrisa di ruggine, così da portare nel nuovo foglio la memoria di ciò che è stato prima, nel luogo – Bienno – così potentemente legato alla antichissima memoria del ferro.

San Zenone all'Arco
Brescia, vicolo San Zenone
12-24 gennaio
Ingresso libero
ALTRI EVENTI in Mostre
giovedý 23 gennaio 2020
venerdý 24 gennaio 2020
sabato 25 gennaio 2020
domenica 26 gennaio 2020
lunedý 27 gennaio 2020
martedý 28 gennaio 2020
mercoledý 29 gennaio 2020
giovedý 30 gennaio 2020