"#NOPIXEL - Arte al limite"

Prorogata fino al 23 giugno "#NOPIXEL - Arte al limite" mostra collettiva di maestri dell'iperrealismo italiano. Orari: venerdì 18-22, sabato e domenica 10-13 e 15-22. Visite guidate su prenotazione (327.6313928).

-------------------------

Senti! È più profumata la mela rossa dipinta da Caravaggio quattrocento anni fa o la variopinta Instagram-page della mela della Val di Non? Fermati in queste stanze. Osserverai un quadro iperrealista italiano e in esso fiuterai il profumo di un cibo o intuirai un’ora precisa del giorno. Non c’è scienza così prossima alla verità. Non c’è equazione. Non c’è digitale, né sufficiente apertura diaframmatica e sovrabbondanza di pixel. L’arte è il limite ultimo prima del tutto o del niente. A differenza del digitale, l’arte agisce sul reale come divino eccipiente conservativo, come enzima che scatena ricordi, salivazione e connessioni neurali. I Maestri del realismo estremo - fino al contemporaneo fotorealismo o Iperrealismo - catturano, distillano e controllano il reale fino a possederne la sostanza prima. Questi pittori sono vocati non solo a un virtuoso esercizio di stile, ma ad una nobile cosificazione del visibile, attraverso un processo di assorbimento dell’essenza. La loro lenta procedura pittorica è alchemica, è quella del rimestare magico dello stregone e del mago dei tempi antichi. I Maestri italiani, tuttavia, non giungono mai alle estreme conseguenze dell’iperrealismo statunitense o asiatico. L’iperrealismo italiano, per quanto oggettivo e oggettivante, mantiene una cauta distanza dalle crudezze d’oltreoceano ed evita l’amaro di una verità indagata oltre il velo di Iside. Nelle tele dell’iperrealismo italiano permangono odori e sapori, suoni e valori tattili fin troppo noti ai nostri sensi, ma pur sempre stemperati o dolcemente edulcorati in una fotonica fusione pittorica di matrice giorgionesca. È la materia a emanare i ricordi e non manca mai la possibilità di immaginare qualcosa oltre l’oggetto rappresentato. L’iperreale italiano supera ogni riproduzione digitale mostrando una verità prossima. E l’odore delle sue mele ne è la chiara dimostrazione.
Dott. Massimo Rossi curatore della mostra
------------------------------------------------------
La Pinacoteca “G. Bellini” di Sarnico, con il patrocinio del Comune di Sarnico - dopo il grande successo della retrospettiva dedicata a Andy Warhol nel maggio 2018 - dal 26 aprile al 9 giugno 2019 propone al pubblico “#NOPIXEL Arte al limite”, una collettiva di Maestri dell’iperrealismo italiano. La mostra è un progetto dell’Associazione culturale sarnicese “Il Ponte”, con la main-sponsorhip di Filmar SpA e Banca Generali Private. Contestualmente all’esposizione temporanea sarà possibile visitare le opere della collezione permanente del “Museo Civico D’Arte e del Territorio “Gianni Bellini”.

INFO / PRENOTAZIONI Le visite guidate sono prenotabili anche in giorni e orari di non ordinaria apertura della mostra (327 63 13 928)
INGRESSO 5 €, gratuito fino a 12 anni e disabili, 3 € studenti e over 65, 2 € scolaresche, 7 € visita guidata.

Pinacoteca G.Bellini
Sarnico (BG), via San Paolo 8
11-22 giugno
Ingresso 5 euro, ridotto 3, gratuito fino a 12 anni e disabili.
ALTRI EVENTI in Mostre
domenica 16 giugno 2019
lunedì 17 giugno 2019
martedì 18 giugno 2019
mercoledì 19 giugno 2019
giovedì 20 giugno 2019
venerdì 21 giugno 2019
sabato 22 giugno 2019
domenica 23 giugno 2019