"Alberto Zappa / Tra immaginazione e reale".

Fino al 9 luglio, mostra di pittura "Alberto Zappa / Tra immaginazione e reale". Tutti i giorni dalle 10 alle 22.

-------------------------------------

Mostra organizzata dall’Associazione Arte Cultura Ars Vivendi di Brescia.
L’iniziativa beneficia del patrocinio della provincia di Brescia, del Comune di Rezzato, e dall’Associazione Artisti Bresciani.
Mostra a cura di Rosa Lardelli. Presentazione critica della prof.ssa Marta Mai.

Alberto Zappa, pittore bresciano, inizia il suo percorso artistico nel 1985 con la sua prima personale. Dotato di particolari doti artistiche le educa frequentando corsi d’arte e di sperimentazione artistica. Ha partecipato a molteplici personali e collettive ottenendo apprezzamenti e premi.
Presso Villa Fenaroli, il pittore bresciano, espone una ventina di opere scelte per illustrare i suoi temi preferiti.

Cenni critici di Marta Mai (già docente di Lettere ed attualmente cultrice della materia presso l’Università Cattolica di Brescia; scrive articoli e recensioni di carattere letterario ed artistico; tiene conferenze spaziando nel mondo letterario, storico ed artistico. Esperta d’arte , scrive, presenta e commenta le opere privilegiando l’aspetto comunicativo - empatico).
"Artista entusiasta, eclettico e intraprendente, Alberto Zappa si esprime in pittura da circa mezzo secolo: e lo fa con estrema perizia, sia assecondando doti innate, pervicacemente educate, sia protraendo ricerca e studio per perfezionare segni materici e originali cromie corrispondenti all’evoluzione del suo pathos e al soverchiante imperativo categorico, cui la mente aderisce e in cui si placa. Impostato su solide basi classiche, nel tempo ha ininterrottamente collezionato consensi, apprezzamenti e premi. Oggi, sensibile a esigenze della Contemporaneità, che optano per il superamento della rappresentazione statica del reale, l’artista tende a rappresentare il pensiero astratto, i percorsi della mente, le ipotetiche trasformazioni del paesaggio per sovrapposizione d’insediamenti, stratificazioni di civiltà, sconvolgimenti tellurici e, indugiando sull’essenza della natura umana al femminile, si cimenta nel genere informale per coinvolgere e favorire scambi di idee. Lungi dal disorientare, questa sua apertura ci conferma sulla modernità dell’artista, uomo del suo tempo, di cui vuole essere portavoce e rappresentante, continuando a diffondere piacevolezza per l’armonioso accostamento dei colori, la rigorosa proporzione delle forme e la razionale distribuzione dei segni. Questi ultimi, tutti da decodificare o da interpretare per partecipazione attiva e sensibilità del fruitore dell’opera, che diventa coautore, realizzano l’aspettativa ultima dell’artista, che ambisce al dialogo e al confronto in funzione di corale crescita umana. Alberto Zappa, pertanto, se insiste con la pittura en plein air, cogliendo impressionisticamente la natura e il paesaggio nell’alternarsi delle ore e delle stagioni, compiacendo e compiacendosi, in parallelo costruisce mappature informali, in cui il territorio e l’uomo raccontano di sé in suggestivi ricorsi storici, che tramandano le nostre radici. Quando avanza la figura femminile, che contempla uno spazio intimistico, l’artista vuole elevare un inno alla donna, compagna di quel tal percorso di vita denso di complicità e di tensione, in cui gli spiriti si completano e si alleano secondo una linea, che è trasversale a tutta la produzione artistica di Alberto Zappa e ne suggella il messaggio: cercare e diffondere armonia per la gioia degli occhi e del cuore".

Villa Fenaroli
Rezzato, via Mazzini 14
10 giugno-8 luglio
Ingresso libero
ALTRI EVENTI in Mostre
domenica 16 giugno 2019
lunedì 17 giugno 2019
martedì 18 giugno 2019
mercoledì 19 giugno 2019
giovedì 20 giugno 2019
venerdì 21 giugno 2019
sabato 22 giugno 2019
domenica 23 giugno 2019