"L'anima e le forme dell'Acqua"

In esposizione "L 'anima e le forme dell'Acqua" a cura di Renata Col trini e Mariacristina Maccarinelli degli artisti Renato Corsini, Cesare Galluzzo, Armida Gandini, Junko lmada, Pietro Maccioni, Carlo Mari, Gianni Pezzani, Serse, Stefano Serraglio, da sabato e domenica dalle 15.30 alle 19.30.
Esistono pieni e vuoti. Sono forme. Forme del vuoto e forme dell'acqua, acqua che non accetta forma, che si adatta, incolore e insapore, trasparenza e purezza. Da questo nasce il progetto della mostra. L'intento è quello esplorare il primo dei quattro elementi attraverso varie forme di interpretazione. Indagare l'acqua per la non tracciabilità, per la non materia, pur essendo forza indomabile e incontenibile. Acqua come elemento primordiale, come essenza, come potere rigenerante e di ferti lità, come viaggio, come dissolvenza e come amore e nascita. Da queste piccole riflessioni nasce la voglia di proporre alcune interpretazioni sul tema con artisti che con la loro sensibilità sono riusciti ad
emozionarci e coinvolgerci, portandoci nel loro mondo attraverso l'acqua. La mostra vuole essere un invito a scorrere insieme attraverso molteplici tecniche, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia all'installazione in un mondo d'acqua che placa e irrompe nel nostro immenso Vortice di vita.
Renato Corsi n i (Brescia, l. 950), architetto, fotografo e gallerista, è autore di reportage e articoli per riviste fotografiche e direttore artistico del Macof di Brescia.
Cesare Galluzzo (Milano, 1987), riflettendo sui concetti di segno e gesto, realizza opere minimali dotate di una torte componente architettonica. Espone dal 2005 in personali e collettive.
Armida Gandini (Brescia, 1968), si diploma presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Il tema dell'identità è alla base della sua ricerca, che si concretizza mediante l'uti lizzo di linguaggi espressivi di fferenti: disegno, fotografia, installazioni e video.
Pietro Maccioni (Gavardo, 1973), si laurea maestro d'arte in Scultura all'Accademia di Belle Arti di Carrara nel 2000. Dal 1995 ad oggi esercita l'arte della scultura e del restauro di beni sottoposti a tutela per pubblici e privati.
Carlo Mari (Milano, 1959), fotografo di reportage, primariamente di viaggio e natura, si occupa anche di fotografia di moda e di pubblicità. Le sue immagini sono state esposte in mostre personali e collettive di livello internazionale.
Junko lmada (Kumamoto, 1971), dopo la laurea in Belle Arti presso l'Università Statale di Kumamoto, in Giappone, nel l 997 vince una borsa di studio e si trasferisce a Milano, dove nel 2003 si laurea presso l'Accademia di Brera. Lavora con una pluralità di media e materiali, esponendo in Italia e all'estero.
Gianni Pezzani (Colorno, 1951 ), dalla fine degli anni Settanta si occupa di fotografia, compiendo importanti ricerche sul viraggio. Realizza fotografie di moda e di viaggio; dal 1981 lavora per le edizioni Condé Nast, collaborazione che prosegue fino ad oggi.
Serse (San Polo di Piave, 1952), attraverso un magistrale uso della grafite su carta, realizza opere atemporali dal realismo fotografico. Le sue creazioni sono presenti in numerose gallerie e collezioni internazionali, a Pechino, New York e Parigi. Vive e lavora a Trieste.
Stefano Serraglio (Vicenza, 1975), diplomato all 'Accademia di Belle Arti di Venezia, compie un 'i ndagine pittorica sull'atto del vedere quale maniera di esperire il mondo fisico. Vive e lavora a Brescia.

Leonesia - Fondazione Vittorio Leonesio
Puegnago, via G. Palazzi 15, frazione Mura
Fino al 30-08-2019
389.6490861
ALTRI EVENTI in Mostre
domenica 21 luglio 2019
lunedì 22 luglio 2019
martedì 23 luglio 2019
mercoledì 24 luglio 2019
giovedì 25 luglio 2019
venerdì 26 luglio 2019
sabato 27 luglio 2019
domenica 28 luglio 2019